Venezia Santa Lucia

 

La Stazione

Venezia Santa Lucia è una tipica stazione “di testa”, unica vera porta di accesso alla città lagunare: è situata in pieno centro cittadino e frequentata mediamente da 82 mila persone al giorno, per un totale di circa 30 milioni di presenze l’anno.

Il sistema di trasporto pubblico che la circonda si basa esclusivamente sulle linee di vaporetti lungo il Canal Grande, mentre i servizi di trasporto su gomma, urbani ed extraurbani, si concentrano in Piazzale Roma.

La Storia

Il progetto per la costruzione della stazione di Venezia Santa Lucia ha vissuto alterne vicende prima di arrivare alla stesura di una soluzione definitiva.

Fu l’architetto Angelo Mazzoni a formulare la prima serie di ipotesi, a partire dal 1924: i suoi studi si protrassero per oltre 15 anni, durante i quali vennero presentati numerosi progetti e varianti degli stessi.
Nel 1934 fu indetto un concorso per la realizzazione dello scalo ferroviario: vinse l’architetto Virgilio Vallot, il cui progetto rimase sospeso fino al 1936, quando il ministro Benni decise di affidare la costruzione del corpo frontale del fabbricato viaggiatori alla collaborazione Mazzoni - Vallot, proseguita fino al 1943, ed il rifacimento del palazzo compartimentale al Mazzoni.

La soluzione definitiva fu portata a termine dopo il secondo conflitto mondiale, su progetto dell’architetto Paolo Perilli.

La Riqualifica

I lavori hanno previsto sostanzialmente la riorganizzazione dei flussi di transito interni, il recupero e il restauro dei valori architettonici e la ridefinizione funzionale dei servizi primari e secondari.

E’ stato riorganizzato il sistema degli accessi con l’apertura di nuovi varchi per facilitare il transito dei viaggiatori e il rapido accesso all’area dei binari.

I servizi per i viaggiatori sono stati migliorati attraverso l’eliminazione dei box commerciali e di servizio che pregiudicavano pesantemente la fruibilità degli spazi.

Sul fronte della sicurezza, l’intervento ha messo in campo l’incremento del personale di sorveglianza e la realizzazione di una “Sala Regia” dove viene effettuato 24 ore su 24 un controllo capillare dell’intero complesso di stazione.

Opere esterne

Le infrastrutture esterne connesse alla riqualificazione della stazione di Venezia Santa Lucia hanno riguardato le sistemazioni esterne sul fronte del Canal Grande.

Gli interventi sono: il percorso pedonale attrezzato lungo la sponda del Canal Grande, l’ampliamento della terrazza antistante l’edificio manifatturiero destinato al recupero e la riqualificazione della piazzetta alle spalle dell’edificio compartimentale, fulcro dei sistemi pedonali.

La Sicurezza

Nella stazione di Venezia Santa Lucia è attiva una control room che assicura il presidio ininterrotto della stazione attraverso il servizio di vigilanza e la supervisione degli impianti di sicurezza.

E’, inoltre, presente un servizio di vigilanza che assicura il presidio delle aree, la rilevazione e la segnalazione delle non conformità, gli interventi di security. Oltre a questo, tutela e la gestione dell’emergenza, unitamente al personale di manutenzione, per il primo intervento e il supporto ai soccorritori esterni.

A supporto e ottimizzazione delle Risorse umane, si associano gli impianti di sicurezza. Infatti, nella stazione, sono stati realizzati:

  • impianti di videosrveglianza e videoregistrazione digitale;
  • impianti di controllo accessi e antintrusione ;
  • sistemi di rilevazione incendi.

Il sistema, per come descritto, è organizzato in stretto coordinamento con la Polizia Ferroviaria per garantire così l’immediata escalation della gestione delle criticità in essere.

I Servizi

  • Agenzie Viaggi
  • Arrivi e partenze
  • Biglietterie
  • Casa Italo
  • Deposito bagagli
  • Hotel Information
  • Informazioni e Assistenza
  • Informazioni turistiche
  • Oggetti smarriti
  • Parcheggio
  • Polizia Ferroviaria
  • Sala Blu - Assistenza
  • Sala Freccia Club
  • Servizi bancari
  • Servizi igienici