FS NEWS >

Torino Porta Nuova

 

La Stazione

Torino Porta Nuova è la terza grande stazione italiana, con circa 192 mila transiti giornalieri, 70 milioni di frequentatori l’anno e accoglie 350 treni al giorno.

Ha una posizione strategica all’interno del tessuto urbano, è il punto di maggiore concentrazione delle linee di trasporto pubblico, oltre che di intersezione con la nuova linea metropolitana.

La Storia

Torino Porta Nuova risale al 1861, anno in cui iniziarono i lavori ad opera dell’ingegnere Alessandro Mazzucchetti. Il progetto combinava il rigore funzionale con le caratteristiche rappresentative e monumentali tipiche degli edifici affacciati su piazza Carlo Felice.

In occasione dell’Esposizione Universale del 1911 furono eseguiti importanti lavori di ampliamento per rendere la stazione idonea a ricevere i numerosi visitatori.

Nel 1940 vennero introdotte rilevanti modifiche per conseguire una migliore sistemazione degli uffici compartimentali e postali e fu costruito un grande edificio su via Nizza. Nell’atrio fu realizzata una nuova copertura in cemento armato e, sul fronte principale, fu posta una seconda facciata vetrata interna.

Nel corso di interventi successivi furono realizzate le due gallerie che fiancheggiano le ali dei due fabbricati. Nel 1951 fu realizzata la galleria di testa, larga 30 metri e lunga 150, con una struttura portante costituita da 33 capriate a traliccio con profilo a ginocchio poste in senso trasversale.

La Riqualifica

I nuovi percorsi

I percorsi pedonali, i parcheggi, i luoghi di sosta dei mezzi pubblici che affluiscono nel nodo della stazione sono stati oggetto di un totale ripensamento, mirato a razionalizzare l’intero sistema delle percorrenze e a renderlo fruibile a tutti (sono state installate più di 1 km di guide per non vedenti e 18 mappe tattili).
Il nuovo assetto si basa sull’asse centrale di distribuzione posto in corrispondenza dell’atrio, sul quale confluiranno i flussi provenienti dalla metropolitana e diretti verso i treni; contestualmente è potenziato l’asse trasversale già esistente che proviene da Via Sacchi.

Il sistema di accesso con accompagnamento auto viene mantenuto su Via Nizza e opportunamente riorganizzato per migliorarne l’immagine e la funzionalità, mentre il lato di Via Sacchi è destinato agli accessi con tram e taxi e alla sosta veicolare con un nuovo parcheggio interrato che può ospitare fino a 242 auto.

Il porticato affacciato su Via Sacchi, liberato dalle auto, è stato chiuso con pareti vetrate trasparenti, recuperando in questo modo aree di grande qualità architettonica che accoglieranno servizi commerciali per viaggiatori e cittadini. Due gruppi di scale fisse e mobili e tre nuclei scala circolari con ascensori panoramici collegano il piano terra con il nuovo mezzanino, realizzato nell’area compresa tra la galleria centrale e le due ali laterali; altri spazi sono stati realizzati all’interno delle due ali laterali per accogliere servizi primari e secondari.
Al piano terra, nella zona centrale, sono state realizzate due nuove isole vetrate destinate ad ospitare i servizi primari e secondari. E’ così nata nella zona centrale della stazione una “piazza” attrezzata con servizi ai viaggiatori e opportunità per il tempo libero.

Recupero architettonico

Un accurato restauro ha interessato gli ambienti esistenti, con opere di ripulitura e ripristino di pavimentazioni, vetrate, intonaci e di quelle particolarità architettoniche che presentavano un pessimo stato di conservazione.

Il recupero e la valorizzazione dell’architettura originaria è avvenuto anche con l’introduzione di elementi innovativi che hanno esaltato le particolarità architettoniche e la qualità spaziale della stazione.

Gli impianti

Oggi Torino Porta Nuova vanta moderni impianti di climatizzazione, illuminazione, informazione, sicurezza e controllo che coprono l’intera stazione. Sono stati creati nuovi locali tecnici per ospitare tutte le nuove dotazioni impiantistiche, elettriche e meccaniche. Il nuovo sistema di controllo e di sicurezza è costituito da oltre 100 telecamere posizionate all’interno di stazione collegate alla sala di controllo e pronto intervento presidiata 24 ore su 24.

L’illuminazione degli ambienti interni è stata ottimizzata attraverso il restauro degli elementi di illuminazione esistenti e l’inserimento di nuove lampade ad alto rendimento perfettamente integrate negli elementi architettonici della stazione.
Infine, nuovi sistemi di informazione e di comunicazione al pubblico, insieme a nuovi servizi per i disabili integrati da mappe della stazione e percorsi tattili per non vedenti, completano la riqualificazione di Porta Nuova.

La Sicurezza

Nella stazione di Torino Porta Nuova è attiva una control room che assicura il presidio ininterrotto della stazione attraverso il servizio di vigilanza e la supervisione degli impianti di sicurezza.

E’, inoltre, presente un servizio di vigilanza che assicura il presidio delle aree, la rilevazione e la segnalazione delle non conformità, gli interventi di security. Oltre a questo, tutela e la gestione dell’emergenza, unitamente al personale di manutenzione, per il primo intervento e il supporto ai soccorritori esterni.

A supporto e ottimizzazione delle Risorse umane, si associano gli impianti di sicurezza. Infatti, nella stazione, sono stati realizzati:

  • impianti di videosrveglianza e videoregistrazione digitale;
  • impianti di controllo accessi e antintrusione ;
  • sistemi di rilevazione incendi.

Il sistema, per come descritto, è organizzato in stretto coordinamento con la Polizia Ferroviaria per garantire così l’immediata escalation della gestione delle criticità in essere.

I Servizi

  • Agenzia viaggi
  • Banca
  • Bancomat
  • Cambio
  • Deposito Bagagli
  • Freccia Club
  • Informazioni
  • Lounge Italo Club
  • Noleggio auto
  • Oggetti smarriti
  • Parcheggio
  • Sala Blu - Assistenza
  • Servizi igienici 
  • Shopping
  • Ufficio Postale