Bari Centrale

 

La Stazione

È una tipica stazione di transito, situata in prossimità del centro cittadino, con una media di circa 38 mila transiti giornalieri e 14 milioni di utenti l’anno.

Il nodo di stazione è anche il principale polo di interscambio urbano, in cui transitano ogni giorno 300 treni e 340 corse bus. Il treffico su rotaia di lunga percorrenza è effettuato da Trenitalia, mentre i servizi regionali sono  svolti  da Trenitalia, dalle Ferrovie del Sud Est, da Ferrotramviaria e dalle Ferrovie Appulo Lucane nell'ambito dei contratti di servizio stipulati con la Regione Puglia. E' presente, inoltre, il servizio ferroviario metropolitano di Bari.

La Storia

La stazione risale al 1864. La progettazione del complesso, caratteristico delle stazioni di transito, era caratterizzata da una tettoia a falde piane che copriva due binari di corsa e uno di attraversamento con le relative banchine. Il linguaggio architettonico, in linea con la tendenza storicistica dell’epoca, privilegiava l’uso di caratteri essenziali e di forme geometriche. Già dai primi anni di esercizio furono necessari ampliamenti che investirono l’area binari e il fabbricato viaggiatori, insufficienti a gestire il crescente traffico ferroviario.
Fu così avviata una serie di interventi di riordino e ampliamento che a poco a poco modificarono l’impianto originario.

Negli anni tra il 1865 e il 1906 furono aggiunti cinque binari e furono costruiti edifici accessori. Il corpo centrale fu ampliato verso la piazza e, in corrispondenza delle tre arcate centrali, fu installata una pensilina in ferro battuto in stile liberty. Dal 1906 al 1945 la stazione fu oggetto di ulteriori interventi che mutarono profondamente forme e dimensioni originarie.

Nel 1930 venne realizzato il progetto che prevedeva la sopraelevazione di un piano delle campate centrali e la chiusura delle rientranze esistenti tra il corpo di fabbrica principale e gli edifici laterali. In questo periodo venne pesantemente modificata anche l’area centrale dell’atrio biglietteria, attraverso la sostituzione dei pilastri con colonne di ordine dorico in marmo, e delle volte a crociera esistenti con soffitti a cassettoni. Nel 1946, il comparto ferroviario di Bari elaborò un piano regolatore della stazione, che prevedeva tutti gli interventi che portarono alla configurazione attuale del complesso.

La Riqualifica

Il progetto di riqualificazione ha mirato, attraverso la modifica delle aree esistenti, all’incremento delle attività destinate a servizi per il viaggiatore, il ristoro ed il tempo libero. Gli interventi hanno riguardato essenzialmente il fabbricato Viaggiatori ed un fabbricato contiguo, l’edificio due , di minor pregio architettonico, edificato in un periodo successivo.

La biglietteria, pur rimanendo nella stessa posizione, è stata ampliata, e l’atrio stazione ha ripreso le fattezze della stazione storica evidenziando quelle che sono le caratteristiche decorative (pavimenti, stucchi decorativi nei soffitti , arcate storiche con fregi). In posizione adiacente alla biglietteria è collocato il nuovo Freccia Club. Sono stato restaurati tutti gli infissi storici in ferro dei primi del novecento mentre quelli modificati nel tempo sono stati sostituiti, ove possibile, da elementi identici agli originali valorizzando il prospetto su piazzale Aldo Moro.

Nel redigere il progetto esecutivo si è tenuto conto degli aspetti storici architettonici, in quanto la stazione di Bari Centrale è tutelata dalla Sovrintendenza dei beni Architettonici.

Gli interventi hanno consentito il miglioramento degli standard qualitativi all’interno della stazione.

Il lay-out

La stazione si articola in diversi edifici e più livelli:

  • il piano sotterraneo, occupato da magazzini, locali tecnici e sottopassi;
  • il piano terra, sede dei binari, dedicato ai servizi per i viaggiatori e attività commerciali;
  • il piano ammezzato, dove hanno sede un ristorante e alcuni uffici FS; i piani superiori, destinati ad alloggi e uffici FS.

La Sicurezza

Nella stazione di Bari Centrale è attiva una control room che assicura il presidio ininterrotto della stazione attraverso il servizio di vigilanza e la supervisione degli impianti di sicurezza.

E’, inoltre, presente un servizio di vigilanza che assicura il presidio delle aree, la rilevazione e la segnalazione delle non conformità, gli interventi di security. Oltre a questo, tutela e la gestione dell’emergenza, unitamente al personale di manutenzione, per il primo intervento e il supporto ai soccorritori esterni.

A supporto e ottimizzazione delle Risorse umane, si associano gli impianti di sicurezza. Infatti, nella stazione, sono stati realizzati:

  • impianti di videosrveglianza e videoregistrazione digitale;
  • impianti di controllo accessi e antintrusione ;
  • sistemi di rilevazione incendi.

Il sistema, per come descritto, è organizzato in stretto coordinamento con la Polizia Ferroviaria per garantire così l’immediata escalation della gestione delle criticità in essere.

I Servizi

  • Biglietterie
  • Deposito bagagli
  • Informazioni e Assistenza
  • Polizia Ferroviaria
  • Sala Blu - Assistenza
  • Sala Freccia Club
  • Servizi igienici
  • Shopping